La giornata perfetta

Shoppingmeile Graben in Wien

Nel primo pomeriggio seguendo il tappeto rosso arriviamo allo Starlight Suiten Hotel. Il viaggio in treno è andato bene e dopo tre stazioni della metropolitana U3 arriviamo in centro. Ci lasciamo alle spalle i problemi quotidiani e ci tuffiamo in un rilassato fine settimana viennese. Dopo un’accoglienza cordiale e il check in effettuato senza problemi, la receptionist Lydia ci offre un drink di benvenuto. Dopodiché andiamo nella nostra bella camera spaziosa. Lasciamo tutto, ci buttiamo per un attimo sul comodissimo letto e iniziamo a fare progetti per il nostro primo pomeriggio a Vienna.

Siamo attirate dalla zona di Graben e della Kärntner Straße, che si trovano a soli cinque minuti di distanza, per poi continuare in direzione di Albertina, dove visitiamo la mostra Batliner. Un’ora ci basta, e già torniamo indietro verso il Caffè Demel – un must. Davanti a un caffè e a una fetta di torta Sacher progettiamo cosa fare alla sera, non riusciamo a deciderci e così pensiamo di chiedere un consiglio alla simpatica receptionist Lydia.  Detto – fatto.

Traditionelle Fiakerfahrt durch Wien

Lydia ci consiglia un nuovo ristorante nelle immediate vicinanze – Crazy Lobster – il massimo per noi amanti del pesce. Per il dopocena Lydia ci dice di non perderci il musical “Don Camillo e Peppone” nel teatro Ronacher. Ci propone di occuparsi lei dei biglietti e noi acconsentiamo volentieri.

Il sabato trascorre all’insegna della visita della città in carrozza. Per pranzo ci fermiamo da Figlmüller – il re delle bistecche di Vienna. La Wiener Schnitzel originale è una vera delizia e un must per ogni visitatore di Vienna. Il pomeriggio ci dedichiamo allo shopping. Gironzoliamo per la Kärntner Straße, attraversiamo il Burggarten con una tappa intermedia al Palmenhaus, direzione Mariahilfer Strasse, (Mahü, come la chiamano affettuosamente i viennesi) una delle vie dello shopping.

Wien bei Nacht

Nel tardo pomeriggio torniamo all’hotel, per rilassarci un po’, ma anche per rifocillarci, dato che nella Käsehütte del Naschmarkt abbiamo comprato ottimi formaggi e nel panificio panini fragranti. Mangiamo queste bontà in camera, mentre ci facciamo belle per il musical. Ovviamente non può mancare un bicchierino di Prosecco dal minibar. Così alle 19 scendiamo allegre le scale e ci incamminiamo in direzione del Ronacher. Il musical è eccezionale, molto allegro e divertente.

Alla fine ci incamminiamo verso l’hotel, che non è distante dal famoso Triangolo delle Bermuda. Naturalmente non possiamo fare a meno di un bicchierino nel bar StehAchterl. Poco dopo mezzanotte ci rimettiamo in cammino e dopo 10 minuti siamo arrivate allo Starlight. Stanche morti, ma contente, ci buttiamo sui nostri comodi letti, pensando già alla deliziosa colazione a buffet che ci attende il mattino seguente.

Domenica – è già il giorno della partenza. Vogliamo sfruttare la mattinata per una visita alla Votivkirche. Abbiamo la fortuna di trovarci l’organista che suona e così, a sorpresa, ci godiamo un’Ave Maria. Sulla via del ritorno, è già quasi mezzogiorno, sentiamo di nuovo un po’ di fame e ci fermiamo a uno stand dove vendono salsicce: la Käsekrainer è ottima. Poi però ci affrettiamo verso l’hotel, dove le nostre valigie sono già pronte. E da lì, veloci verso la Westbahnhof ossia Hauptbahnhof. Entrambe abbiamo intrapreso la via verso casa: io a Salisburgo e la mia amica Angelika a Graz. Ci siamo abbracciate, convinte che solo un fine settimana con un’amica può essere così bello!